Disordini Cranio Cervico Mandibolari

Gnatologia NeuroMuscolare

 


L'analisi elettronica dei rumori articolari temporo mandibolari è utilizzata per rendere obiettivo il rumore articolare già osservato clinicamente.La sola analisi clinica non permette di stabilire il momento esatto in cui il rumore compare e di coordinare questa informazione con la misura di apertura della bocca ed eventualmente con i dati di brusco rallentamento registrabili alla kinesiografia. Il rumore può essere associato al disturbo di movimento mandibolare.

Un sensore a cuffia è alloggiato sulle articolazioni temporo mandibolari in modo da trasmettere al computer il rumore che produce l'articolazione. L'analisi in frequenza di questo rumore può in modo non invasivo spiegarne l'origine e aiutare la diagnosi certa della disfunzione articolare in atto. I suoni registrati sono anche riascoltabili come file audio amplificati.

Tipicamente il rumore del click temporo mandibolare si misura come di alta intensità e a bassa frequenza oltre che di breve durata. I casi di incoordinazione non riducibile e i blocchi articolari non generano rumori in bassa frequenza significativi.

Al contrario il rumore generato dall'artrosi temporo mandibolare è un rumore di lunga durata, bassa intensità ma alta frequenza di composizione proprio per l'origine di sfregamento delle superfici ossee ormai a contatto.


ANALISI INIZIALE RUMORI TEMPORO MANDIBOLARI


La foto mostra l'analisi sonografica di un paziente con click temporo mandibolare dx associato a brusca riduzione della velocità di apertura orale e non significativa variazione o rumore in fase di chiusura.

ANALISI CON BITE ORTOTICO

 

Dopo correzione mandibolare con bite ortotico neuromuscolare il click scompare come evidenziato dall'analisi sonografica di controllo che dimostra la maggiore regolarità di apertura e la scomparsa del rumore all'articolazione tempore mandibolare dx.


CENTRO GNATOLOGICO

CONSULENZA

CLINICHE SST

TMD TEST ONLINE

AIKECM


ICCMO


PARADENTI SPORTIVI